Il fascino immortale dei lampadari in stile classico

Nonostante lo stile moderno e contemporaneo stia assumendo un’importanza sempre più rilevante in ambito di design e arredamento d’interni, le abitazioni arredate in stile classico sono ancora particolarmente di moda.

Sarà per il gusto intramontabile per la classicità, o per il fascino che gli elementi di arredo realizzati secondo i canoni tradizionali riescono a infondere nell’ambiente, ma sta di fatto che nei cataloghi di arredamento di qualsiasi linea compositiva è possibile trovare con una certa frequenza prodotti appartenenti allo stile in questione.

Tra tutti gli arredi in grado di impreziosire un ambiente progettato rispettando la classicità, il lampadario in stile classico è senza dubbio l’elemento di spicco e di maggior rilevanza all’interno delle stanze di un’abitazione.

Dotati di caratteristiche estetiche uniche, lampadari di questo tipo venivano ampiamente utilizzati nelle residenze signorili del passato, tant’è che ancora oggi sono visibili nei castelli aperti al pubblico e gestiti dai comuni di appartenenza.

Ma vediamo più da vicino quali sono le peculiarità che rendono i lampadari classici degli elementi senza tempo, sempre indicati per arredare le abitazioni in stile tradizionale.

 

Caratteristiche dei lampadari in stile classico

 

I lampadari in stile classico possono differenziarsi l’uno dall’altro a seconda dell’estetica e dei materiali utilizzati per la realizzazione, ma in linea generale è possibile individuare alcune caratteristiche comuni da modello a modello.

Primo dettaglio decisamente più in evidenza rispetto agli altri è la presenza dei pendenti.

Le pietre pendenti, solitamente cristalli, si distinguono per la grandezza e per il materiale compositivo con cui sono stati realizzati. Inoltre, tanto più i pendenti di un lampadario sono numerosi, tanto più sarà elevato il valore dell’oggetto.

Ma i pendenti rappresentano solamente una parte della struttura generale dei lampadari.

Altro elemento di particolare rilevanza è la composizione dei bracci.

In questo caso, la variabile è data sia dai materiali di realizzazione dei bracci, sia dalla loro forma e disposizione nel complesso strutturale dell’elemento di arredo.

Da non sottovalutare anche la grandezza generica del lampadario. In passato, lampadari di dimensioni considerevoli erano simbolo di maggior potenza e ricchezza economica.

Oggi una concezione simile non esiste più, ma resta il fatto che disporre di un lampadario in stile classico di grandi dimensioni, purché realizzato con materiali di alta qualità, è tuttora considerato un simbolo di prestigio.

 

I vantaggi nell’installare un lampadario in stile classico

 

Dopo aver valutato le caratteristiche estetiche dei lampadari in stile classico, vediamo quali sono i vantaggi derivanti dall’installare in una stanza un simile elemento di arredo.

Innanzitutto, pochi altri oggetti sono in grado di rievocare il gusto della classicità alla pari di un lampadario.

La sua collocazione unica (solitamente al centro di una stanza) gli permette di rimanere perfettamente in vista, donando all’ambiente circostante un’aura di raffinatezza ineguagliabile.

Inoltre, il lampadario in stile classico è un oggetto dotato di un’eleganza assoluta: installarlo nella propria abitazione significa aumentare notevolmente la qualità estetica dell’arredamento, il tutto grazie alle caratteristiche sopra delineate.

 

I consigli sono stati presi dal sito www.cristalensi.it