Microcemento: il materiale decorativo per eccellenza per esterni e interni

Soprattutto negli ultimi anni si sente parlare sempre con maggior frequenza del microcemento. Di che cosa stiamo parlando? Il microcemento è uno dei materiali decorativi maggiormente utilizzati per la decorazione di pavimenti o altre superfici della casa, interni oppure esterni.

Composto di acqua e cemento, questo materiale è noto per creare un rivestimento estremamente sottile capace di aderire perfettamente alle superfici sulle quali viene collocato. Il microcemento è conosciuto anche per la sua grande resistenza agli agenti atmosferici ed all’erosione, e grazie a questa caratteristica viene considerato dagli esperti del settore edilizio uno dei migliori materiali per la costruzione e/o il rivestimento di pavimenti, cucine, ed altre superfici dell’abitazione.

Esso è molto simile alla resina, soprattutto se prendiamo in considerazione il risultato ottenuto dall’uso dell’uno o dell’altra. Ciò che distingue la resina dal microcemento, tuttavia, è il fatto che mentre la prima è un prodotto chimico, il secondo è un prodotto completamente naturale. La conseguenza di tutto ciò risiede nella diversa percentuale di tossicità, che nella resina risulta essere più alta.

Inoltre, il microcemento presenta una resistenza leggermente maggiore rispetto alla resina, che invece tende a rovinarsi dopo periodi di tempo relativamente brevi e pertanto richiede una manutenzione più frequente.

Detto ciò, la domanda che possiamo porci è la seguente: quali sono i vantaggi principali del microcemento? Scopriamolo nel prossimo paragrafo.

I PRINCIPALI VANTAGGI DEL MICROCEMENTO

Utilizzare il microcemento per decorare i propri pavimenti porta notevoli vantaggi, fra i quali vale la pena di citare:

  • un basso costo di manutenzione, che richiede solamente l’applicazione di uno strato di cera lucida una o due volte all’anno. Per il resto, se il microcemento si trova in perfetto stato, è possibile pulirlo con semplici detergenti a PH neutro;
  • una maggiore igiene, derivante dal fatto che, non presentando fessure o intercapedini, il microcemento rende pressochè impossibile l’accumulo di sporcizia. Questa caratteristica lo rende ottimo per rivestire le superfici del bagno, della piscina (se presente nell’abitazione), o delle camere da letto, dove molto spesso si richiede un grado di igiene superiore;
  • la possibilità di personalizzare sia i colori sia gli effetti del rivestimento, che può presentare una superficie nuvolata, spatolata, grezza, o di molte altre tipologie;
  • una maggiore durata (fino a 30 anni), a condizione che sul pavimento venga manutenzione adeguata (di cui abbiamo detto poc’anzi);
  • infine, l’ultimo vantaggio del microcemento (per ordine ma non per importanza) risiede nel fatto che questa sostanza può essere posata su qualsiasi tipo di superficie, senza dover effettuare dei lavori preliminari. Grazie al basso spessore, infatti, il microcemento può essere utilizzato per i pavimenti senza cambiare gli infissi o le porte.